venerdì 31 marzo 2017

Cover Shift 4

 Buon sabato miei amati lettori, cosa farete di bello oggi? Io sicuramente sarò già in vacanza in un paesino sconosciuto, della calda Sicilia, Ma ora cominciamo con il post. Ritorno a parlare, di copertine. Ho scelto come sempre, due romanzi che non ho letto e che non possiedo. :( Ma spero di prenderli, presto ma ora iniziamo! :)



Cover Shift è una rubrica a cadenza casuale in cui vi mostrerò le copertine dei vari paesi di un determinato libro e sceglierò la migliore e la peggiore, secondo il mio personale punto di vista.


 "Una gabbia di stelle di Robin Roe"


Se devo scegliere, tra le due scelgo per forza quella originale. ma l'avete vista? Mi piace un casino, sia per l'immagine, che per il font, sia per i colori, che per la disposizione. Un libro con quella cover, lo comprerei ad occhi chiusi. :) Anche se quella italiana, non è male. Mi piace molto la sagoma, e la gabbia. Anche se la trovo troppo semplice, forse è proprio per questo, che non è riuscita a fare breccia nel mio cuore.



 "La pittrice di anime di Isabel Wolff"

Cambiano totalmente genere, vi cito questo libro che personalmente a me intriga un sacco. E sicuramente come cover, preferisco di gran lunga quella italiana. Che paragonata con quella originale, non ci azzecca niente. Ma anche se non sono un amante del rosa, devo dire che ha qualcosa che me la fa piacere. Mi trasmette una strana sensazione,  tipo che sto per vivere qualcosa di magico, mentre quella originale se pur bella non mi convince al 100%, però non è male, adoro il font e i disegni sugli angoli. E pure la tizia con le tele, non è malaccio ma fra le due scelgo quella italiana, me ne sono praticamente innamorato. :)


E voi quale preferite ?

Conosciamo i personaggi dei libri... #8

E si, come vi avevo annunciato prima, ecco il post sul mio personaggio. Purtroppo per motivi superiori, sia io che Cry, non abbiamo potuto pubblicare questo post martedì. Ma lo possiamo pubblicare solo ora, :) spero non vi siate rattristi, non trovandolo martedì. Ma eccolo qua infondo. Ah se non lo avete,  ancora notato oggi ho pubblicato, ben  due volte!! quindi segnatevi questo giorno nel vostro calendario, perchè potete dire che è un autentico miracolo! XD


Oggi vi voglio, far conoscere questa nuovissima rubrica. Ideata da me e dalla dolcissima Cristina, del blog IlmondodiCry l'idea è stata di entrambi, è la rubrica consiste, di far conoscere un determinato personaggio. Che amiamo di un determinato, Fandom (cartoni,serie tv, film, libri ,anime ecc..) oggi il tema era, Fatine Disney. *O* Il precedente tema è stato la coppia  Harley e Joker. Vi lascio QUI il mio post  su Harley , se lo volete vedere o se vi è sfuggito :) ma ora iniziamo, con il post. :)

Daina/Fawn

Vita:
Come tutte le altre fate, Daina è nata dalla prima risata di un bambino. Dopo aver scoperto il suo talento, ovvero quella di fata degli animali, ha iniziato a vivere mille avventure col suo meraviglioso gruppo di amiche. È un maschiaccio. Le amiche la considerano "il giullare del gruppo". Adora tutte le tonalità del colore "terra" e, come fiore, la bocca di leone. La sua migliore amica è Argentea.È allegra e divertente, e non sta mai ferma.
Se parliamo di Trilli, di fate o comunque della radura incantata. La prima fatina che mi viene in mente è proprio lei, Daina! l'amo è: buffa, simpatica, e non è schizzinosa coma fatina, anzi tende spesso a sporcarsi le mani. Queste qualità me la fanno apprezzare, ancora di più. Stiamo poi parlando di una fatina che aiuta gli animali, chi non vorrebbe fare il suo lavoro? Io ovviamente si! adoro tutti gli animali, è sempre stato così fin da quando ero piccolo. Gli amo così tanto, che volevo fare il veterinario, per non farli morire! XD e ho anche un immensa collezione di animali di plastica, mi divertivo un mondo a giocarci da piccolo, e ora ci gioco con mio fratello e con i miei cuginetti, infondo sono un eterno Peter Pan. ;) Ma ora ritorniamo a parlare di Daina, durante la serie di film l'ho apprezzata sempre di più, perchè infondo anche: se è un maschiaccio, 



se è una monella, e  se è una pazza combina guai/scherzi. Ha un grande pregio, ovvero quello di avere un gran cuore, e l'usa prima della testa come poche persone. E poi non possiamo dire, che non sia un amica leale. C'è sempre per le sue amiche, li mette alcune volte anche prima di lei. :) Non ho nient'altro da dire su di lei, se no che la vorrei tantissimo come amica, per tre motivi per il suo coraggio/forza, per il suo cuore, e perchè potrei fare scherzi pazzeschi insieme a lei. XD

Cosa ne penso del personaggio scelto da Cry: 
Cry ha dovuto, per forza, scegliere Trilli. Visto che non conosce le altre fatine, beh che dire. Stiamo parlando della, classica campanellino posso solo dire che l'ho trovata, sempre carina e buona. E mi ritrovo tanto in lei, nel suo modo di fare e di agire. Anche il fatto che non ha poi così tanta malizia, e non giudica tanto le persone o gli animali. Mi fa pensare che sia una brava fatina, :) ma se volete un post completo andate a dare un'occhiata al bellissimo blog di Cry. :)

Il post è finito. A domani, e mi raccomando fatemi sapere che ne pensate di questa rubrica. Vi piace? Avete qualche richiesta in particolare? Vi piace Trilli? Qual'è la vostra fatina preferita? Voglio tanti commenti. Con questa strepitosa rubrica, ci vediamo martedì per conoscere un nuovo personaggio di un'altro Fandom. :) 

5 cose che... 5 elementi che valuto nell'acquisto di un libro :)




  5 ELEMENTI CHE VALUTO NELL'ACQUISTO DI UN LIBRO 

Ed eccoci, qui con questa rubrica. Che avevo lasciato un po' perdere in questi mesi, ma che vorrei fissare come rubrica settimanale. :) Vi dico, che dopo questo post uscirà, anche il post dedicato al mio personaggio. Il tema è Fatine Disney. Ma ora iniziamo! :)

IL PREZZO
Purtroppo, si la primissima cosa che vedo è il prezzo. Se non mi convince al 100%  il libro, cerco di trovarlo in sconto. Oppure di farmelo regalare. :)

COPERTINA E TRAMA
Beh si l'occhio vuole la sua parte, infatti anche se la trama mi intriga tanto, aspetto che esca un edizione più carine; il più delle volte, (ma alla fine come sempre mi dico. "È il contenuto quello che conta." E lo prendo lo stesso. Ma questa è un'altra storia. XD)  Ma anche se ha la cover più bella di questo mondo, non lo guarderò nemmeno di sfuggita, se la trama non mi intriga. Penso sia una parte fondamentale, di un libro. :)

CASA EDITRICE
Purtroppo si, prediligo alcune case editrici ad altre. Devo dire che le mie preferite, sono: Mondadori, Newton Compton, e Salani. Invece quella che apprezzo meno, è la Garzanti. Purtroppo non mi convince mai. :( 

FORMATO  HARDCOVER O PAPERBACKS
E si, da amante degli Hardcover, (libri in edizione rigida) difficilmente riesco a prendere edizioni paperbacks (libri in edizione economica). Prendo sempre l'edizione rigida, anche se costa di più. Non ne posso proprio fare a meno, li amo! anche se in questo periodo sto rivalutando, molto i paperbacks.

SAGA O AUTOCONCLUSIVO
E pure qui, potrei aprire una parentesi grande come una casa. Perchè preferisco indubbiamente, autoconclusivi. Preferisco spendere tanto, per un solo libro. Che per una serie formata, da 6 volumi. Anche se le saghe, penso proprio che non mi abbandoneranno mai! XD ne ho tantissime da iniziare, e da finire quindi sono apposto per tutta la vita. :)


E i vostri 5 elementi che valutate quando dovete comprare un libro quali sono?!

mercoledì 29 marzo 2017

Recensione "Cocktail di cuori" di Chiara Santoianni

Scusate se questa recensione doveva uscire giovedì, ma sono stato purtroppo impegnato, con la scuola. Ringrazio, comunque tutti i miei fedelissimi seguaci, che hanno così tanta pazienza con me. :)



Titolo: Cocktail di cuori
Autore: Chiara Santoianni
Prezzo: 7,50€
Pagine: 176
Pubblicazione: 2015
Editore: Cento Autori















Trasferitasi a Londra dal Sud Italia per studiare nel prestigioso University College e conseguire la tanto desiderata (dai suoi familiari) laurea in Medicina, Penelope si è trasformata in una instancabile socialite e, invece di presenziare alle lezioni, sbarca il lunario preparando cocktail in un locale notturno del West End. Di giorno, però, nell'appartamento a Soho che divide con l’amica Gelsomina e l’alternativa ereditiera Olivia Parker-Kensington, coltiva il suo sogno: quello di diventare una scrittrice di successo. Proprio una mattina in cui è intenta a scrivere il suo romanzo, Penny riceve una telefonata imprevista: mamma,papà e la sorella Carmela sono in arrivo, per assistere alla sua cerimonia di… Laurea! E a Penelope tocca ospitarli! Ma il peggio deve ancora venire. I suoi sono in trepida attesa di conoscere il mitico Angelo: il giovane medico di origini italiane di cui Penny parla da anni e a cui è legata da un serio, e platonico, fidanzamento. Peccato che Angelo non sia mai esistito! Come cavarsela? Penelope è disperata: verrà scoperta e dovrà rinunciare ai suoi sogni di scrittrice. Meglio confessare tutto e affrontarne le conseguenze. A meno che…






Allora partiamo (come sempre) dalla copertina, io sono dell'idea che questa collana "A cuor leggero" della Cento Autori. Fa copertine davvero carine, sinceramente è anche una sorpresa per me. Ma sarà per la loro semplicità, (anche se non vado matto per il colore rosa) o per l'immagine che aggiungono sempre in ogni copertina... non lo so ma a me piacciono. Se parliamo della trama ci avrei un po' da ridire, perchè all'inizio mi intrigava un sacco, appena l'ho letta. Ma appena ho iniziato il libro, e andando avanti mi sono dovuto ricrede. Perché il libro si è carino e anche leggero, ma in un certo senso mentre lo leggevo mi sentivo triste invece che sereno. Mi ha po' deluso ma a metà libro comunque si è ripreso, e il finale non me lo aspettavo proprio XD. Per questo alla fine, ho deciso di dargli 4 stelline. Per i protagonisti, ho poco da dire perchè infondo mi sono abbastanza indifferenti. Mi sono più interessati, i fatti che gli sono capitati che loro XD. Quindi già avrete capito che questa recensione sarà un po' corta, vorrei però spezzare una lancia a favore di questo genere. Che non leggo spesso, e non ne vado particolarmente pazzo; però sto attraversando un periodo, che questi romanzetti leggeri mi stanno davvero piacendo.E penso che ognuno, insegni una importante perla di saggezza, che ci aiuterà nella corso della nostra vita. Quello che mi ha insegnato "Cocktail di cuori", è quello che tutto è possibile. Che anche i sogni possono diventare realtà, e che la vita ci metterà sempre degli ostacoli e noi dobbiamo avere la forza di superarli, un'altra cosa che mi ha insegnato e che la vita ci può mettere davanti situazioni assurde. (tipo le situazioni che capiteranno alla protagonista) E che nel bene e nel male, finiranno in un modo ancora più assurdo. :) Consiglio vivamente, questo libro a chi ama questi romanzetti leggeri. Che ti portano a viaggiare con la mente, e che rendono la nostra vita molto più piccante e piacevole. ;).

                   Valutazione





Consigli dalla libreria
Cosa mangiare: Frappè di cioccolato e panna con fragole 
Questo libro mi ricorda:  L'amore non è mai una cosa semplice , di Anna Premoli
Link di Amazon dove poterlo acquistare: Amazon


mercoledì 22 marzo 2017

WWW... Wednesdays #4

Salve a tutti, e come promesso oggi vi aggiorno delle mie letture. Che sono un bel po', anche se è un periodo un po' così. Spero passì presto, così che possa leggere piu libri. Ma ora partiamo, o se no pubblico il post dopodomani. XD






Beh ho un po' di titoli da mostrarvi, fortunatamente. Ma dopo anni che non pubblico una puntata di questa rubrica, qualcosa lo avrò letta. XD Beh che dire, ho amato sia Storie della buonanotte per bambine ribelli, di  Francesca Cavallo Elena Favilli. Che Twin star exorcists, di Yoshiaki Sukeno. Che ho amato entrambi, ed ho anche finito Cocktail di cuori, di Chiara Santoianni. Che mi è piaciuto abbastanza, domani uscirà la recensione. :)



Invece ho in lettura, ben due libri. Che in comune non hanno un bel niente! XD il primo che sto leggendo, è Carve The Mark, di Veronica Roth. Che mi sta un po' deludendo, ma in fondo la sto trovando una lettura veramente bella. :) Il secondo che ho appena iniziato, è una lettura romantica e leggera. Sto parlando di L'amore è per noi, di Francesca D'Isidoro. Che aspetta di essere letto da mesi, ma lo sapete ormai tutti che io non sono affatto puntuale. XD 


Sempre in tema, letture leggere. Vorrei leggere Mi vuoi sposare?, di Elisabetta Belotti. Che sinceramente, un po' mi intriga. E vorrei finire, una volta per tutti. Racconti della luna meccanica, di Davide Novelli. Che si stava rivelando una lettura, davvero particolare, vi farò presto sapere! :)


E voi avete letto qualcuno di questi romanzi? voglio sapere cosa ne pensate e anche le vostre letture, cercate anche voi di rispondere a queste semplici domande. Oppure linkatemi il vostro WWW nei commenti sarò molto felice di leggerli. :)

martedì 21 marzo 2017

Conosciamo i personaggi dei libri... #7

Ritorno, completamente attivo sul blog, :) sappiatelo! quindi rieccomi, con questa famosissima rubrica. Che finalmente (dopo due ritardi XD ) torna, a essere puntuale. Vi avviso anche, che domani uscirà (se finisco un libro che ho in lettura) il WWW. :) Ma ora partiamo, con il post.



Oggi vi voglio, far conoscere questa nuovissima rubrica. Ideata da me e dalla dolcissima Cristina, del blog IlmondodiCry l'idea è stata di entrambi, è la rubrica consiste, di far conoscere un determinato personaggio. Che amiamo di un determinato, Fandom (cartoni,serie tv, film, libri ,anime ecc..) oggi il tema era, una coppia ovvero Harley Quinn e Joker. *O* Il precedente tema è stato Anastasia. Vi lascio QUI il mio post proprio su Anastasia, se lo volete vedere o se vi è sfuggito :) ma ora iniziamo, con il post. :)
Harley Quinn/Harleen Frances Quinzel

Vita:
Harleen Frances Quinzel era una psichiatra di Arkham Asylum, il manicomio criminale di Gotham City. Desiderosa di scrivere un libro sul Joker, fece di tutto per incontrarlo e alla fine, quando ci riuscì, ne rimase sedotta. Il criminale rappresenta per lei una vera ossessione. Una notte, la donna decide finalmente di dichiararsi, liberando il criminale dalla sua cella e fuggendo con lui, ma quando Joker l'abbandona, capisce di essere stata solo sfruttata. Successivamente i due si riuniscono, lavorando spesso assieme e separandosi altrettanto spesso. Ad ogni loro incontro Joker le ripete «non cercare di capirmi... impazziresti nel preciso istante in cui tentassi di farlo». Quando Joker "muore", Harley si allea con Poison Ivy e con la Squadra Suicida. Per un breve periodo ha un rapporto con l'eroe Nightwing (Dick Grayson). Dopo un incidente aereo, Harley si ritrova su un'isola, qui rivede Joker che nel frattempo si è imposto come re della popolazione del luogo, Harley scopre quindi che egli era ancora vivo, i due finiscono per convolare a nozze.


Che cosa dire, di Harley Quinn... che è una pazza, questo è sicuro! ma io l'adoro, per questo. In fondo fa bene, essere un po' pazzi. Perché la normalità, fa schifo (di solito). Comunque partiamo, dal suo aspetto. In entrambe le versione, sia con il costume rosso e nero, sia con la mazza e gli shorts, mi piace un sacco! quindi si mi piace, in entrambe le versioni. E non so proprio decidere quale mi piace di più. Adoro il suo carattere forte, e carismatico. Alcune volte, secondo me nella sua mente malata, si nasconde un lato tenero e dolce. :) Odio però una cosa, di lei che si ammazzi la vita, per Joker (che odio purtroppo). Non si fa! Potrebbe benissimo vivere, senza di lui. Senza che si faccia picchiare, da lui per "amore". Ricordate ragazze, che noi uomini; non siamo i vostri padroni. Non dobbiamo, comandare su di voi. E se alcuni lo fanno, sono degli emeriti cretini (per non dire una cosa peggiore). 


Quindi io amo Harley Quinn, per il suo modo di agire d'impulso, per il suo aspetto, e per la sua follia. Ma mi delude, molto il suo amore per Joker. Lei da tutta, se stessa per un ragazzo, che la usa, la picchia e la fa soffrire. Ma anche no, io queste cose non le approvo, ne mai le approverò. Penso di essere stato abbastanza chiaro. :) Questo è tutto quello, che mi sento di dire su di lei. :) Mi dispiace che è poco, ma con lei volevo essere molto "sintetico", è poi non c'è molto da dire. Ma io la amo e la continuerò ad amare lo stesso, anche se è pazza. XD


Cosa ne penso del personaggio scelto da Cry: 
Questa volta ho lasciato, scegliere prima a Cry, è fortunatamente (per me no per lei XD). Ha scelto Joker, che io ho sempre odiato. Non ci posso fare niente, è più forte di me. Appena lo vedo, mi viene l'istinto di ammazzarlo di botte. Odio i suoi atteggiamenti, il suo comportamento, e la sua risata. Odio tutto di lui! Però devo ammettere, che come coppia con Harley. Stanno bene insieme, ma solo per il loro aspetto, e la loro pazzia. Poi lei anche senza di lui, potrebbe benissimo vivere come ho detto prima. :)





Il post è finito. A domani, e mi raccomando fatemi sapere che ne pensate di questa rubrica. Vi piace? Avete qualche richiesta in particolare? Vi piace la coppia Joker/Harley? Voglio tanti commenti. Ci vediamo domani con un nuovo post. E con questa strepitosa rubrica, ci vediamo martedì per conoscere un nuovo personaggio di un'altro Fandom. :) 

lunedì 20 marzo 2017

Recensione "Storie della buonanotte per bambine ribelli" di Francesca Cavallo e Elena Favilli

Oggi sono qui, per parlarvi di un libro stupendo! uno di quei libri che conserverò per sempre nel cuore, e che porterò sempre con me :) ma ora partiamo con la recensione.




Titolo: Storie della buonanotte per bambine ribelli
Autore: Francesca Cavallo, Elena Favilli
Prezzo: 19,00
Pagine: 224
Pubblicazione: 2017
Editore: Mondadori
100 esempi di forza e coraggio al femminile, per tutte le donne, grandi e piccole, che puntano sempre in alto. 100 donne straordinarie che hanno cambiato il mondo, 100 favole per sognare in grande! «C’era una volta una bambina che sognava il principe azzurro. No! C’era una volta una bambina che sognava di volare, un’altra che amava le macchine, una che voleva diventare campionessa mondiale di tennis, un’altra che scoprì la metamorfosi delle farfalle!» Alle bambine ribelli di tutto il mondo: sognate più in grande, puntate più in alto, lottate con più energia. E, nel dubbio, ricordate: avete ragione voi. C’era una volta una bambina che amava le macchine e amava volare; c’era una volta una bambina che scoprì la metamorfosi delle farfalle... Da Serena Williams a Malala Yousafzai, da Rita Levi Montalcini a Frida Kalo, da Margherita Hack a Michelle Obama, sono 100 le donne raccontate in queste pagine e illustrate da 60 illustratrici provenienti da tutto il mondo.


Ormai Saprete della mia ammirazione, per le donne forti. Non lo so ma ogni volta che leggo una storia che ha una protagonista forte, per me diventa molto piu affascinante. E appena ho visto questo libro, ho pensato deve essere mio! ho fatto di tutto per averlo, e finalmente quando l'ho avuto tra le mani; non ho resistito, l'ho subito iniziato a leggere! (immaginate ce ero per negozi e mentre camminavo lo leggevo ma vabbe). E devo dire che ,come pensavo, l'ho amato. Ammiro ogni singola donna in questo libro, da Rita Levi Montalicini, la famosa scienziata, a Malala Yousafzai, la ragazzina che combatte, perchè le donne possano studiare in Pakistan. Ho anche scoperto, storie di donne che non conoscevo.  E che ora, ammiro tantissimo. Ad esempio Jacquotte Delahaye, la famosa piratessa, o Mary Kom, la famosissima pugile indiana che grazie al pugilato a dato da mangiare alla propria famiglia. Ma anche l'intelligentissima Maria Sibylla Merian, la donna che ha scoperto la metamorfosi delle farfalle. Perché l'ha osservate, durante tutti i loro cambiamenti da bruchi a farfalle. Ogni donna, in questo libro ha combattuto: per i propri sogni per essere quelle che volevano,  per i propri obbiettivi,  e anche per i propri diritti, che non avevano perchè erano donne. non si sono fermate di fronte a niente e ne sono uscite vincenti come delle vere e proprie eroine. Avrei tanto, da dire su ognuna di loro. Ma non mi sembra il caso di far diventare questa recensione lunghissima, vi dico una cosa soltanto; su questo libro... compratelo! a nipotine, figlie, cuginette, oppure ad amiche, sorelle, oppure mamme. Ma anche a noi maschietti ovviamente. Non significa che lo ameremmo meno di voi. Penso che forse, insegnereste a rispettare di piu le donne. E non considerarle, un sesso debole. Ma alla pari, se le vostre figlie vogliono diventare scienziate, politiche, lottatrici, meccanici, pilote. Non le fermate solo perchè sono femmine!! e anche perchè questo lavoro è considerato, "maschile" ma aiutatele! a diventare quello che vogliono, se questo significa anche combattere insieme a loro, dobbiamo smetterla con questi stereotipi. Con questo maschilismo, e lo dice un maschio! io sono dell'idea che l'uomo e la donna, debbano avere entrambi le stesse opportunità, :) Spero di essere stato chiaro, comunque l'impaginazione, i ritratti, le frasi. Ogni cosa presente in questo libro è perfetta! :) e sicuramente lo consiglio a tutti sia maschi che femmine. :)

          Valutazione






Consigli dalla libreria
Sito di Timbuktu (progetto che unisce giochi e bambini che hanno realizzato le due scrittrici): http://www.timbuktu.me/
Cibo e bevanda consigliati: Patatine e tè alla pesca
Voglia: Di vivere cento vite, di avventura, e voglia di sognare alla grande, e di ribellarsi :)

mercoledì 15 marzo 2017

Conosciamo i personaggi dei libri... #6

Mi scuso se questo post, sia dovuto uscire ieri e non oggi ma sono super impegnato. E mi risulta un po' difficile, far quadrare lettura, blog e impegni vari. Spero mi capiate. :)




Oggi vi voglio, far conoscere questa nuovissima rubrica. Ideata da me e dalla dolcissima Cristina, del blog IlmondodiCry l'idea è stata di entrambi, è la rubrica consiste, di far conoscere un determinato personaggio. Che amiamo di un determinato, Fandom (cartoni,serie tv, film, libri ,anime ecc..) oggi il tema era, Anastasia. *O* Il precedente tema è stato La casa per bambini speciali di Miss Peregrine. Vi lascio QUI il mio post su Emma, se lo volete vedere o se vi è sfuggito :) ma ora iniziamo, con il post. :)
Anastasia/Anya

Vita:
Lo zar Nicola II indice un gran ballo per i festeggiamenti al famoso Palazzo d'Inverno a San Pietroburgo. L'imperatrice Maria decide di fare un regalo alla sua nipote preferita, la piccola granduchessa Anastasia, una bella bambina affettuosa: un carillon, la cui chiave è un ciondolo con l'incisione "Insieme a Parigi". Il ballo viene bruscamente interrotto dall'arrivo del malvagio stregone Rasputin (il consigliere dello Zar), un ex "monaco" che ha venduto la propria anima al diavolo in cambio di poteri magici, con un reliquiario che rappresenta la magia e tutta la sua vita: vedendosi rifiutato dai Romanov, ben consapevoli della sua corruzione, scaglia su di essi una maledizione, secondo la quale tutti i Romanov sarebbero morti entro quindici giorni. Ha così inizio la rivoluzione russa e il palazzo viene invaso dalla folla ma un giovane sguattero Dimitri, riesce a salvare l'imperatrice Maria e Anastasia tramite un passaggio segreto. Rasputin tenta di uccidere Anastasia di persona, ma cade nel fiume ghiacciato e annega, mentre il reliquiario sembra perduto. Nonna e nipote riescono infine a raggiungere un treno per la Francia, ma Anastasia scivola con il ciondolo e sbatte la testa sul marciapiede, perdendo la memoria. Maria è costretta ad abbandonarla essendo trascinata via dalla folla in treno. A San Pietroburgo, un'orfana di nome Anya, simile ad Anastasia, esce dall'orfanotrofio che l'ha ospitata per un decennio e, avendo il ciondolo con la scritta "Insieme a Parigi", pur non ricordando niente di esso e della sua infanzia, decide di andare in Francia, pensando di venire da Parigi e che ci sia la sua famiglia ad aspettarla. Mentre si sta dirigendo a San Pietroburgo, però, la giovane incontra e adotta un cagnolino che chiama Pooka; una volta arrivata in città, cercando un modo per andare a Parigi, la ragazza raggiunge il vecchio e abbandonato palazzo dei Romanov, dove lentamente inizia a ricordare alcuni dettagli della sua vita passata. Inaspettatamente, però, la ragazza incontra Dimitri e Vladimir, due  truffatori tornati da Parigi alla ricerca di una sosia della granduchessa Anastasia, i quali, guardando un quadro, e notano subito la sua somiglianza con Anya. I tre, poiché vanno sulla stessa strada, si mettono in viaggio, durante il quale gli uomini insegneranno ad Anya l'etichetta di corte e lei, pur non volendo, accetta di essere Anastasia per poco tempo, poi andrà a cercare la sua famiglia. Mentre Dimitri e Anya iniziano a provare qualcosa l'uno per l'altra, anche se lo nascondono coi litigi, la ragazza comincia a ricordare brandelli del suo passato. Rasputin però non è morto, entra nei sogni di Anya spingendola, sonnambula, a gettarsi nei flutti del mare in tempesta, ma viene fermata e salvata da Dimitri. Infine, i tre compagni giungono a Parigi: durante il viaggio hanno istruito Anya sul come comportarsi da reale e sulla vita e le abitudini della granduchessa Anastasia. Purtroppo, dopo aver parlato con la cugina dell'imperatrice che interroga Anya, Sophie, non riescono ad ottenere un incontro con l'imperatrice che è oramai stanca di sentirsi presa in giro da altre ragazze che fingono di essere Anastasia per intascare la ricompensa, ma Dimitri capisce che Anya è la vera Anastasia quando lei risponde a una delle domande di Sophie dicendo che era fuggita dal palazzo grazie a un ragazzo che le aveva aperto un passaggio segreto (Dimitri). Allora fanno un ultimo tentativo e decidono di andare al Teatro dell'Opera a parlare con la vecchia imperatrice. Anya, accompagnata da Dimitri, aspetta impaziente che egli la presenti a Maria, ma sente la conversazione tra i due: l'imperatrice conosce Dimitri, un noto truffatore che per intascare la somma di dieci milioni di rubli ingaggiava fanciulle che si fingessero Anastasia. Disgustata da ciò, Anya se ne va. Dimitri non si arrende, "rapisce" Maria e la porta alla casa dove Anya sta facendo le valigie. Dopodiché mostra all'imperatrice il carillon, che Anastasia aveva perso durante la fuga dieci anni prima, da lui recuperato. Maria finalmente incontra Anya, rimanendo diffidente fin quando la ragazza non mostra la collana "Insieme a Parigi", che aveva sempre avuto, e canta con la nonna la canzone della ninnananna: Anya è la vera Anastasia. Nonna e nipote, dopo le varie avversità, si ricongiungono abbracciandosi Anastasia e Dimitri si dichiarano infine il loro amore scambiandosi un lungo e appassionato bacio.
Beh se dico Anastasia, dico anche infanzia nello stesso momento. E si perchè quel cartone, è stato proprio tutta la mia infanzia. Da piccolo lo vedevo e rivedevo in continuazione. E piano piano, mi sono anche io innamorato del... cane ovviamente! XD A parte gli scherzi, oggi sono qui per parlarvi. Di Anastasia una protagonista molto forte, nel suo piccolo, non si arrende facilmente ed è anche molto coraggiosa. Si butterebbe nel fuoco, pur di ritrovare la sua famiglia e la sua identità. Cosa che non conta, poi così poco. Poi se parliamo, del suo aspetto e del suo carattere, possiamo dire che è la donna perfetta: sexy (perchè si! Col vestito blu è mooolto sexy ;-) ) bellissima, elegante, ma allo  stesso tempo ha un carattere frizzante ed energico. Non si fa mettere i piedi, in testa e questo mi piace un sacco!


Adoro, tutto di lei. Dal suo modo di vestire elegante e chic, alla sua regalità e sicurezza. Adoro del film l'ambientazione (vorrei tantissimo andare in Russia, e studiare russo) e la magia. che si crea durante i balli e le canzoni. E poi che canzoni! sono una più bella dell'altra. Insomma questo film, come la sua protagonista, sono perfetti. Non saprei come altro riassumervelo, adoro Anastasia e farà sempre parte di me, e della mia infanzia. :)

Cosa ne penso del personaggio scelto da Cry: 
Cry è stata troppo lenta. E mi sono accaparrato, io per primo ad Anastasia. Lei ha dovuto per forza scegliere, Dimitri ma non gli è dispiaciuto così tanto... almeno lo spero. XD Comunque io su Dimitri, ho poco e niente da dire. Solo che è un personaggio molto particolare, che ammiro tanto, per il suo modo di vivere. E per la sua simpatia, penso che infondo lui ami Anastasia immensamente. E questa cosa mi fa sorridere. Penso sia un bravo ragazzo, anche se alcune volte fa l'idiota. E sicuramente, è stato molto fortunato ad incontrare Anastasia. Ma andate a leggere il post di Cry, se volete un quadro più dettagliato. :)

Il post è finito. A martedì, e mi raccomando fatemi sapere che ne pensate di questa rubrica. Vi piace? Avete qualche richiesta in particolare? Vi piace Anastasia? Voglio tanti commenti. Al prossimo tema, che uscirà martedì per conoscere un nuovo personaggio di un'altro Fandom. :)