giovedì 8 settembre 2016

Recensione "Percy Jackson-Lo scontro finale" di Rick Riordan

E ben vi dico con felicità e con amara tristezza, che ho finito la saga di Percy Jackson. E già mi manca tutto , perfino Clarisse! Ma ora cominciamo con la recensione di "Percy Jackson e gli dei dell'olimpo-lo scontro finale".





Titolo: Percy Jackson e gli dei dell'olimpo-lo scontro finale 
Serie: Percy Jackson e gli dei dell'olimpo#5
Autore: Rick Riordan
Prezzo: 13,00€
Pagine: 360
Pubblicazione: 2012
Editore: Oscar Mondadori












Al Campo Mezzosangue Percy Jackson e i suoi amici si sono preparati tutto l'anno per la battaglia contro i Titani, sapendo che le probabilità di vittoria sono minime. L'armata di Crono è infatti più forte che mai, soprattutto da quando alcuni dei e semidei traditori si sono arruolati nelle sue file, accrescendo il suo potere. Mentre gli dei sono impegnati a contenere l'assalto del mostruoso Tifone, Crono avanza verso New York, dove il Monte Olimpo, apparentemente incustodito, aspetta solo di essere espugnato. Sarà compito di Percy e del suo agguerrito seguito di semidei fermare l'ascesa del Signore del Tempo e difendere la divina dimora dalle sue brame. Ma non sarà la sola minaccia che dovrà affrontare, perché l'attesa profezia che grava sul suo sedicesimo compleanno si avvererà. E mentre per le strade di Manhattan si combatte una guerra per la salvezza del mondo, Percy si troverà faccia a faccia con un terribile presentimento: che il nemico più forte contro cui sta lottando sia il proprio destino.





Direi di partire dai protagonisti che, durante il corso dei svariati romanzi, ho saputo apprezzare o non. Partiamo da Percy Jackson. Percy è un personaggio che adoro tantissimo perchè mi rivedo molto in lui sia per il suo umorismo che per la sua voglia di avventura. Adoro come saprete Annabeth Chase. È diventata ,per me, come un punto di forza e in questo volume mi ha sorpreso ancora di più. Nel corso della serie la vediamo come una donna forte e determinata che solo qualche volta ci sorprende con qualche attimo di paura e qualche frase dolce. Ma solo nell'ultimo volume si capisce la sua natura di donna che ne ha sopportate tante ma che è riuscita a superarle tutte, e si percepisce la sua tristezza. Questa cosa mi ha sorpreso parecchio e l'ho apprezzata ancora di più. Mi ha pure strappato qualche sorriso! Vi dirò in breve, quel che penso di Grover. Mi fa morire dal ridere, lo adoro! E un pollice in su alla coppia Grover/Juniper! Mi dispiace tantissimo che la saga sia finita e spero di ritornare nel campo mezzosangue con gli altri volumi della seconda saga, "Eroi dell'olimpo", che aspetto impazientemente. Che dire della copertina? Non ci credete mai, ma adoro tutte le copertine che la Mondadori crea per le saghe di Rick Riordan! Quindi passiamo alla trama, ovviamente non vi farò spoiler. Lo stile l'ho trovato semplice e nello stesso tempo accattivante, tanto che ho letto il libro in pochissimo tempo, anche grazie alle varie scene d'azione e alle poche scene d'amore. Tra i personaggi che più ho odiato c'è sicuramente la dolcissima (per modo di dire) Clarisse, che sinceramente ho rivalutato in questo romanzo  che ho trovato a dir poco "perfetta". Ci credereste che Clarisse è diventata una delle protagoniste che adoro di più? Ci avreste mai creduto? Io no! XD Il finale è scioccante e ottimo allo stesso tempo. Questo romanzo ,a parer mio, è perfetto! Ben scritto, personaggi caratterizzati, ottimo finale,  descrizioni stupende, la è cover spettacolare! Lo consiglio a tutti! Avventuravi con Percy, Annabeth e Grover in una New York popolata da mostri dell'antica Grecia e non dimenticate di visitare il campo mezzosangue e l'olimpo! Non ve ne pentirete! ;)


  
             Valutazione

Nessun commento:

Posta un commento